Estensioni annuncio Google ads: perché e come utilizzarle

estensioni annuncio google ads
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Gli annunci sono una parte importante della pubblicità su Google Ads, ti permettono di comunicare con le persone e, se scritti bene, di farti scegliere tra i tanti competitor.

A volte però non basta.

Hai bisogno di dare tante informazioni alle persone interessate ai tuoi prodotti o servizi e in un annuncio non ci stanno, hai pochi caratteri a disposizione.

Google ha pensato di aiutarti dandoti la possibilità di utilizzare le estensioni annuncio.

Purtroppo vedo ancora pochi inserzionisti usarle – soprattutto in modo corretto – perdendo così una grande opportunità.

Ma vediamo meglio cosa sono, perché e come utilizzarle.

Cosa sono le estensioni annuncio

Partiamo dalla definizione:

Le estensioni Google Ads sono delle informazioni che forniscono maggiori dettagli agli utenti completando il messaggio comunicativo degli annunci pubblicitari.

Google Ads può pubblicare fino ad un massimo di 4 tipi di estensioni annuncio scegliendo, tra quelle che hai attivato e quelle automatiche, quelle che hanno più possibilità di migliorare il rendimento dell’annuncio.

Consiglio: inserisci tutte le estensioni annuncio utili per il tuo business e lascia che sia Google a stabilire qual è la combinazione più performante in base alla ricerca fatta dall’utente.

Le estensioni annuncio possono essere create a livello di account, di campagne o di gruppi di annunci: Google utilizzerà le estensioni annuncio dando più importanza a quelle più in profondità. Per esempio, se hai inserito un tipo di estensione a tutti e 3 i livelli, Google utilizzerà quelle inseriti nei gruppi di annunci.

Consiglio: crea le estensioni annuncio a livello di gruppi di annunci per una migliore gestione.

Per ogni estensione annuncio, oltre ai dettagli specifici, puoi impostare una pianificazione giornaliera e oraria, e indicare le date di inizio e fine pubblicazione.

Ma nello specifico, perché le estensioni annuncio sono così importanti?

  • sono un fattore di ranking: quando Google Ads calcola il ranking dell’annuncio, tiene conto della presenza o meno delle estensioni. Se hai aggiunto le estensioni avrai un punteggio più alto e di conseguenza la possibilità di essere più in alto nei risultati di ricerca Google;
  • migliorano la qualità degli annunci: inserire le estensioni annuncio migliora il CTR del 10-15% (dato fonte Google);
  • aumentano il coinvolgimento degli utenti: le estensioni annuncio aumentano le informazioni che fornisci e la probabilità di rispondere al problema degli utenti. Avrai quindi maggiori possibilità di ricevere un clic;
  • occupano più spazio: quando il tuo annuncio viene visualizzato completo delle estensioni occupa molto spazio su desktop e addirittura quasi tutta la schermata su mobile, lasciando pochissimo spazio ai tuoi competitor. E se questi ultimi non ne fanno uso, bene, hai più probabilità di essere scelto dall’utente.

 

Vediamo ora quali sono le estensioni annuncio che puoi usare.

Estensione sitelink

Sono dei link aggiuntivi che possono rimandare l’utente ad altre pagine del sito.
Il sitelink è costituito da un titolo, cliccabile e con dimensione massima di 25 caratteri, e da due descrizioni, facoltative e di dimensione massima di 35 caratteri l’una.

Anche se Google lascia le righe facoltative, ti consiglio di utilizzarle sempre descrivendo ciò che gli utenti troveranno nella pagina di destinazione.

Google mostra i sitelink a coppie (2 o 4), per questo è importante che ne crei almeno 3 ma ti consiglio di aggiungerne il più possibile.

Estensione callout

Sono dei testi brevi, e non cliccabili, della lunghezza massima di 25 caratteri. Google può mostrare da 4 a 6 callout, per questo inserisci più callout possibili.

Evita parole lunghe e complicate, cerca di esprimerti con parole semplici e dirette, indicando i plus della tua attività.

Estensione snippet strutturati

Gli snippet strutturati sono dei testi che descrivono le funzioni specifiche dei tuoi prodotti o servizi.
Sono disponibili 13 tipi differenti da utilizzare, anche se non tutti saranno utili per la tua attività. Cerca gli snippet che possono dare maggiori informazioni all’utente e testa più opzioni.

Ricorda che Google mostrerà solo 1 snippet strutturato ma, se ne inserisci di più, gli darai la possibilità di trovare quello più performante in base alla ricerca fatta dall’utente.
Per ogni tipo di snippet strutturato che deciderai di utilizzare devi indicare almeno 2 descrizioni, ma ti consiglio di scriverne tra 4 e 8.

Estensione di chiamata

Se la tua attività prevede il contatto telefonico con il cliente devi assolutamente usare questa estensione.
È utile soprattutto per le ricerche fatte da mobile perché il numero di telefono diventa cliccabile e permette all’utente di contattarti con un solo clic.

Ricorda di tracciare le telefonate che ricevi e, in fase di creazione dell’estensione, di indicare a Google quando pubblicare il numero. Per esempio, se hai un negozio fisico aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20, imposta questa pianificazione così potrai ricevere telefonate solo quando il negozio è aperto.

Estensione modulo per i lead

Google Ads è un ottimo strumento per fare Lead Generation, ovvero raccogliere dati di persone interessate al tuo servizio.

L’estensione modulo per i lead facilita la raccolta dei dati attraverso una procedura semplice e veloce per l’utente. Al clic sull’estensione si aprirà un modulo da compilare e il gioco è fatto, senza passare per la landing page.

Puoi scaricare e gestire i lead raccolti in un file CSV oppure collegare il modulo per i lead alla gestione dei rapporti con i clienti (CRM) tramite un webhook (IFTTT, Zapier, ecc…).

Estensione di località

Hai un negozio fisico e ti stai promuovendo su Google Ads. Bene, collega la scheda Google My Business a Google Ads e potrai indicare agli utenti dove si trova il tuo negozio.

Questa estensione è utile per incentivare le persone a venire in negozio: infatti, sui dispositivi mobili, l’indirizzo diventa cliccabile e fornisce le indicazioni stradali per farti raggiungere. Se fai un aggiustamento dell’offerta per le persone in prossimità del tuo negozio, avrai più possibilità di entrare in contatto fisicamente con il tuo potenziale cliente.

Ricorda di mantenere sempre aggiornate le informazioni su Google My Business.

Estensione di località della società consolidata

Funziona come l’estensione di località ma è dedicata ai produttori che hanno una rete di rivenditori. L’estensione di località della società consolidata è utilizzabile solo in alcuni Paesi e solo per grandi catene di franchising.

Se sei un rivenditore di una di queste catene, verifica che il brand sia stato inserito nella piattaforma Google Ads e utilizza l’estensione per portare le persone nel tuo punto vendita.

Estensione di prezzo

L’estensione di prezzo è utile per mostrare immediatamente all’utente il prezzo del tuo servizio, prodotto o di una gamma di prodotti.

Se utilizzi bene questa estensione puoi risparmiare il costo dei clic che farebbero gli utenti per vedere il prezzo sul tuo sito.
In questo modo pagherai solo per le persone interessate e consapevoli del prezzo.

Estensione per app

Hai un’app da promuovere? Utilizza questa estensione e potrai inserire il link per il download direttamente nel tuo annuncio pubblicitario.

In questo modo potrai portare traffico al sito tramite il link dell’annuncio e far scaricare la tua app tramite il link dell’estensione.

Estensione di promozione

In passato gli inserzionisti hanno spesso usato gli annunci o parte di essi per inserire delle promozioni: Google ha pensato, quindi, di dedicare un’estensione alle tue promozioni.

Puoi aggiungerle facilmente e sono ben visibili sotto il tuo annuncio: scegli tra tante occasioni predefinite o inseriscine una personalizzata, pianificando date e orari.

Estensioni automatiche

Le estensioni possono influire sulle performance degli annunci. Per questo Google può creare, attraverso il machine learning, delle estensioni in totale autonomia e pubblicarle qualora potessero incidere in maniera positiva.

Google può aggiungere 4 tipi di estensioni:

  • sitelink dinamici;
  • snippet strutturati dinamici;
  • callout dinamici;
  • di chiamata dinamica.

 

Sono simili a quelle puoi creare tu.

Google può aggiungere anche l’estensione valutazioni del venditore, per far sapere agli utenti se la tua attività ha recensioni positive: prende i dati da alcune fonti e li utilizza per generare un punteggio delle valutazioni del venditore (gli utenti visualizzano le classiche stelline).

Nell’area predisposta per le estensioni puoi controllare se Google ha creato per te le estensioni automatiche e il loro rendimento. Qualora non volessi utilizzare le estensioni automatiche puoi disattivarle.

Consigli finali

Come avrai ben capito, aggiungere le estensioni annuncio è molto importante.

Ricorda di utilizzare tutte le estensioni utili al tuo business e soprattutto di non abbandonarle a se stesse: controlla i dati e fai dei test per migliorarne le performance, aggiornale e rimuovi quelle che non sono più utili.

Scrivimi se hai domande sulle estensioni annuncio e sul loro utilizzo e, come sempre, buon Advertising.

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Marco Mugnano

Marco Mugnano

Aiuto gli imprenditori a promuovere prodotti e servizi attraverso campagne pubblicitarie su Google Ads e Facebook Ads.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti

come funziona google ads
Google Ads

Google Ads: cos’è e come funziona

Tool, strategie, trucchi, cose complicate che pensiamo ci regalino successi. Spesso si pensa a questo e ci si dimentica delle piccole e semplici cose, come le basi su cui si fonda una piattaforma complessa come quella di Google Ads. È conoscendo bene i meccanismi che muovono il motore di ricerca, infatti, che si possono pianificare le strategie e trovare le soluzioni per sviluppare campagne pubblicitarie efficaci.

Errori Google Ads
Google Ads

Google Ads: i 7 errori che NON devi commettere

La pubblicità online sta diventando un’attività sempre più importante per chi vuole sfruttare al massimo il digitale.
Hai un sito web e ora vuoi che riceva più traffico, proveniente da utenti interessati ai tuoi prodotti e/o servizi. Hai sentito parlare o hai visto gli annunci sponsorizzati dei tuoi competitor su Google e vuoi iniziare anche tu a pubblicizzarti.